News

Apertura Casa Residenziale a Chennai (India) per persone con disabilità

 

Per infinita Provvidenza di Dio, il 23 ottobre 2021, la Comunità di Chennai ha inaugurato ufficialmente la Casa Residenziale per persone con disabilità. È stata benedetta e inaugurata dal Superiore locale padre Mahesh Benson come segno di ringraziamento al Santo Fondatore. I confratelli e i buoni figli hanno iniziato a vivere insieme come una famiglia sotto lo stesso tetto. Ringrazio tutti coloro che hanno immaginato in precedenza la realizzazione di questo progetto. Ringrazio in particolare p. Soosai Rathinam il Superiore Provinciale precedente e padre Samson l'ex superiore e altri confratelli, benefattori che hanno lavorato molto. Ringrazio anche i confratelli incaricati per aver aperto questo progetto tanto atteso con i necessari requisiti dello Stato. Sia gloria a Dio.

P. Ronald J Sdc

 

 

Ritratti viventi di don Guanella: Ventiseiesima Puntata - Casa don Guanella - Barza d'Ispra (VA)

 

 

 

VAI AL CONCORSO

Ventiseiesima Puntata - Casa don Guanella - Barza d'Ispra (VA)

 

Noi guanelliani siamo presenti a Barza dal 1934, una presenza mossa inizialmente dall’esigenza della nostra Famiglia Religiosa di trovare una sede per il Noviziato dei giovani che si preparavano ad essere ‘Servi della Carità’. Una presenza che, lungo gli anni, ha cercato di modularsi alle esigenze dei tempi, abbinando alla Casa di Formazione, una Casa di Riposo per Anziani prima

e successivamente un Centro di Spiritualità e ancora oggi si dimostra attenta a intercettare nuove sollecitazioni, a partire dalle quali muoversi con coraggio verso forme nuove di risposta.

Una realtà, dunque, oggi pronta a rileggere con fedeltà creativa il Carisma perchè desiderosa di guardare al futuro con speranza.

Al termine dell’Anno della Misericordia del 2016, desiderosi di dare concretezza ai frutti di quell’anno speciale vissuto, si è pensato di modulare il nostro Carisma di guanelliani, secondo uno stile di paternità e misericordia, accogliendo nella nostra casa, nel nostro fare famiglia, un gruppo di giovani detenuti in fine pena. E’ nata così la ‘Locanda della Misericordia’.

Ai giovani che accogliamo, offriamo ciò che a nostra volta abbiamo ricevuto: la nostra casa, l’amicizia e la familiarità del nostro stile di vita. Attraverso una serena quotidianità e la manualità del lavoro è data a loro la possibilità di ricostruire la dignità della propria persona e ripartire.

 

Concorso “ti parlo di noi”!

Si parte dal 02 Ottobre 2021!

Come partecipare al concorso? Molto semplice. Ecco tre piccoli passi:

1. Dedicare 5 minuti per guardare il breve filmato di presentazione della casa entro 72 ore dalla sua pubblicazione online;

2. Lasciare il tuo commento nello spazio dedicato che troverai in basso del filmato della casa entro 72 ore dalla sua pubblicazione online;

3. Inoltrare, condividere la pagina del filmato ai tuoi contatti tramite whatsapp, facebook, ecc. invitandoli di fare la stessa cosa, cioè: guardare e commentare il filmato della casa entro 72 dalla sua pubblicazione online e condividerlo con gli altri. Una verrà e propria passaparola!

Il fimato più commentato vincerà il concorso.

 

Nuovo Inno a Don Guanella in India

 

Il Centro di comunicazione Guanelliano sotto l'animazione di padre Francis Xavier Sdc ha pubblicato un inno in onore di San Luigi Guanella che ritrae il Carisma e la Missione guanelliana, in commemorazione del 10° anniversario della canonizzazione del nostro fondatore San Luigi Guanella. È stato ufficialmente lanciato il 26 ottobre 2021 da Mons. George Antonysamy, Arcivescovo di Madras-Mylapore e ricevuto dai rappresentanti del Movimento Laicale Guanelliano. È stato un momento di testimonianza in cui le nostre suore guanelliane, il movimento laicale e i nostri beneficiari erano presenti e hanno ricevuto dall'Arcivescovo le prime copie del canto. L'Arcivescovo ha voluto che la spiritualità guanelliana raggiungesse il mondo attraverso la musica come auspicato da san Luigi Guanella.

 

Dichiarazione di intenti e nuovi ministeri in DPP

 

La Provincia della Divina Provvidenza è grata al Signore per i confratelli RAJENTHIRAN Arul Pondiyan, GNANAPRAGASAM Arockia Samy, MALLIYA DOSS Jayaseelan, MATHIYAS John Peter che hanno fatto la Dichiarazione di intenti, per i confratelli ANTONY SAMY Philip Victor, LOURDU SAMY Jestin Jeromin che hanno ricevuto il ministero del Lettorato e per i confratelli SESU RAJ Philomin Raja, KOTA Yesu Babu che hanno ricevuto il ministero di Accolitato, il 23 ottobre 2021 nel Seminario Maggiore Don Guanella, in Chennai-India.

 

      

 

 

Ritratti viventi di don Guanella: Ventottesima Puntata - Casa San Giuseppe - Roma (RM)

 

 

VAI AL CONCORSO

Ventottesima Puntata - Casa San Giuseppe - Roma (RM)

 

La casa san Giuseppe di Roma prende cura delle persone diversamente abili che don Guanella chiamava “buoni figli”.

 

Concorso “ti parlo di noi”!

Si parte dal 02 Ottobre 2021!

Come partecipare al concorso? Molto semplice. Ecco tre piccoli passi:

1. Dedicare 5 minuti per guardare il breve filmato di presentazione della casa entro 72 ore dalla sua pubblicazione online;

2. Lasciare il tuo commento nello spazio dedicato che troverai in basso del filmato della casa entro 72 ore dalla sua pubblicazione online;

3. Inoltrare, condividere la pagina del filmato ai tuoi contatti tramite whatsapp, facebook, ecc. invitandoli di fare la stessa cosa, cioè: guardare e commentare il filmato della casa entro 72 dalla sua pubblicazione online e condividerlo con gli altri. Una verrà e propria passaparola!

Il fimato più commentato vincerà il concorso.

 

 

 

Ritratti viventi di Don Guanella - Twenty-Seventh episode - Servants of Charity in Solomon Islands

 

 

VAI AL CONCORSO

Twenty-Seventh episode  - Servants of Charity in Solomon Islands

 

We take care of children, young peoples and elderes in Solomon Islands. We offer them the reason for hope.

 

Concorso “ti parlo di noi”!

Si parte dal 02 Ottobre 2021!

Come partecipare al concorso? Molto semplice. Ecco tre piccoli passi:

1. Dedicare 5 minuti per guardare il breve filmato di presentazione della casa entro 72 ore dalla sua pubblicazione online;

2. Lasciare il tuo commento nello spazio dedicato che troverai in basso del filmato della casa entro 72 ore dalla sua pubblicazione online;

3. Inoltrare, condividere la pagina del filmato ai tuoi contatti tramite whatsapp, facebook, ecc. invitandoli di fare la stessa cosa, cioè: guardare e commentare il filmato della casa entro 72 dalla sua pubblicazione online e condividerlo con gli altri. Una verrà e propria passaparola!

Il fimato più commentato vincerà il concorso.

 

Festa di don Guanella: messaggio di Padre Umberto Brugnoni, Superiore Generale dei Servi della Carità

 

 

 

 

Tutta la sua vicenda umana e spirituale la possiamo sintetizzare

nelle ultime parole che pronunciò sul letto di morte: “in Caritate Christi”

 

Cari amici, è il giorno della nascita al cielo del santo a noi caro, perché nostro padre, san Luigi Guanella!

In tutte le case guanelliane sparse nei cinque continenti oggi è festa grande; è la sua festa, l’anniversario del suo incontro con il Cristo giudice di amore, è la memoria felice nella quale il Risorto ha pronunciato su don Guanella le parole di premio: Bene servo buono e fedele, entra nella gioia del tuo Signore!

Papa Benedetto dieci anni fa proclamandolo santo in san Pietro ha evidenziato il suo testamento spirituale:“Vogliamo oggi lodare e ringraziare il Signore perché in san Luigi Guanella ci ha dato un profeta e un apostolo della carità. Nella sua testimonianza, così carica di umanità e di attenzione agli ultimi, riconosciamo un segno luminoso della presenza e dell’azione benefica di Dio “che difende il forestiero, la vedova, l’orfano, il povero che deve dare a pegno il proprio mantello, la sola coperta che ha per coprirsi di notte (cfr Es 22,20-26). Questo nuovo Santo della carità sia per tutti, in particolare per i membri delle Congregazioni da lui fondate, modello di profonda e feconda sintesi tra contemplazione e azione, così come egli stesso l’ha vissuta e messa in atto. Tutta la sua vicenda umana e spirituale la possiamo sintetizzare nelle ultime parole che pronunciò sul letto di morte: “in caritate Christi”. E’ l’amore di Cristo che illumina la vita di ogni uomo, rivelando come nel dono di sé all’altro non si perde nulla, ma si realizza pienamente la nostra vera felicità”.

E’ un programma che deve continuare in ciascun guanelliano, perché è il tracciato che lo Spirito ha voluto per tutta la Famiglia di don Luigi guanella.

Certamente con mezzi e modalità diverse, perché diversi sono i tempi, ma con fedeltà e attenta premura che l’opera dello Spirito non vada annacquata o perduta.

Questa attenzione l’aveva già don Guanella nei confronti dei suoi figli/e quando nel Regolamento del 1910 scriveva: “Certamente ognuno è obbligato a osservare la Regola con puntualità, secondo il grado di conoscenza che ne apprende, secondo il grado di virtù che può possedere e, più di tutto secondo il grado di grazia che può ottenere da Dio”.

Quanta premura e sensibilità di padre in queste parole del Fondatore per ciascuno di noi: tutti dobbiamo osservare le attese dello Spirito, ma in modi e maniere diverse, secondo quello che siamo e riusciamo ad essere, secondo i doni ricevuti dal Signore all’inizio della nostra vita (i talenti personali), ma anche secondo quelli che riusciamo ad ottenere con la preghiera e l’applicazione personale quotidiana durante il cammino che compiamo. C’è per tutti realizzazione piena, anche se non allo stesso modo.

Queste parole incoraggianti di don Guanella spronino ciascuno di noi a dare il massimo perché il carisma guanelliano continui nel tempo e nella storia, grazie all’apporto personale di tutti, a risplende, a sanare, a rispondere con speranza all’uomo che Dio ci fa incontrare sulle strade del mondo di oggi. Buona Festa di san Luigi Guanella!

 

Pagina 1 di 65